Leuchtenbergia principis

Hook. (1848)
Le foto dei cactofili
  Data Autore FN Foto
vedi 09-2021 Bobsisca  1
vedi 05-2021 Marc.degiorgi  13
vedi 09-2020 Astro86  1
vedi 04-2020 Bobsisca  4
vedi 08-2018 Salvaroby  4
vedi 07-2018 Salvaroby  2
vedi 07-2017 Salvaroby  1
vedi 08-2015 Luca  3
vedi 08-2014 Luca  1
vedi 08-2013 Luca  1
vedi 07-2013 Edus  2
vedi 03-2013 Bongo88  1
vedi 08-2012 Luca  2
vedi 09-2011 Johnnycrow  1
vedi 08-2011 Luca  2
vedi 03-2011 Pickwich  1
vedi 03-2011 Trix  1
vedi 03-2011 Fabio94  1
vedi 10-2010 Luca  1
vedi 09-2010 Atlasn  1
vedi 09-2010 Artistichousewife  4
vedi 08-2010 Lampughi  1
vedi 04-2010 Edus  1
vedi 04-2010 Artistichousewife  4
vedi 11-2009 Drusola  1
vedi 08-2009 Atlasn  1
vedi 07-2009 Artistichousewife  1
vedi 07-2009 Lampughi  2
vedi 06-2009 Lampughi  1
vedi 01-2009 Daniele  1
vedi 11-2008 Patra  1
vedi 11-2008 Green  1
vedi 09-2008 Cactus  3
vedi 07-2008 Paco55  2
vedi 04-2008 Antonietta  2
vedi 08-2007 Lakota  3
vedi 07-2007 Cactus   2

Nomenclatura

Fonte : The International Plant Names Index (2012)
Nome completo : Cactaceae Leuchtenbergia principis [Fisch.]

Indice KEW

Identificativo KEW 133853-1 versione 1.3

Bibliografia

Pubblicazione Bot. Mag. 74: t. 4393. 1848 ; Salm-Dyck. Cact. 177 (1850)
Autore [Fisch.]
Anno 1848
Pagina 177
Argomento della citazione unknown

Classificazione

Categoria tassonomica Specie
Ibrido No


Note cactofile su Leuchtenbergia principis

di BobSisca

Ok vediamo un po' ...

LEUCHTENBERGIA PRINCIPIS Hook.

Appartiene alla famiglia delle cactacee, benchè il suo aspetto ad un profano la farebbe accostare più ad un Agave che ad una Cactacea, infatti è conosciuta anche come "Agave cactus".
La caratteristica che la distingue sono i lunghi tubercoli a sezione triangolare che presentano all'apice una lunga spina papiracea e flessibile.
Leuchtenbergia è un genere monotipico rappresentato dalla sola specie principis. Il suo areale di distribuzione é nel Messico centrale e settentrionale compreso tra gli stati di Coahuila, Durango, Nuevo Leon, Tamaulipas, San Luis Potosí e Zacatecas. Benchè sia una pianta con ampia distribuzione non é facile vederla in natura, per le sue qualitá mimetiche, attualmente si stima che la popolazione comprenda 500.000 esemplari. Cresce tra altitudini comprese tra i 1.500 ed 2.000 mslm. La sua crescita é lenta (ma non come altri generi conosciti come Aztekium o Strombocactus) e raggiunge la forza da fiore all'etá di 4 - 5 anni, questo ha una larghezza di 10 cm. e di colore giallo chiaro, la pianta fiorisce continuamente durante tutta la stagione estiva. Una pianta adulta é molto vecchia può raggiungere un'altezza di 70 cm.
La sua coltivazione non presenta problemi, i semi germinano con facilità e senza accorgimenti particolari. Il substrato che uso io è di tipo minerale pomice / lapillo con l'aggiunta di argilla ed un po' di marna. L'importante é che il substrato non permetta il ristagno di acqua, la pianta ha una radice a fittone che consiglia di usare vasi profondi affinché questa possa svilupparsi senza costrizioni. Sporadiche ed occasionali concimazioni accompagnano annaffiature oculate e diradate, la pianta in foto é "vecchia" ed io preferisco non esagerare con piante grandi o di una certa etá, che faccio crescere ... "in serenità"
Esistono diversi ibridi ottenuti con altri generi cito ad esempio: Ferobergia (con Ferocactus), Thelobergia (con Thelocactus), Echinobergia (con Stenocactus) ed Corybergia (con Coryphantha), sono presenti anche forme crestate.