Ferocactus cylindraceus ssp. eastwoodiae

(L.D. Benson) N.P. Taylor (2002)

Le foto dei cactofili

  Data Autore FN Foto
vedi 06-2008 Anonymous   1

Specie riferibile a

Ferocactus cylindraceus (Engelm.) Orcutt (1926) (*)

Sinonimi

Nomenclaturali

Ferocactus cylindraceus v. eastwoodiae (L.D. Benson) N.P. Taylor (1984)Ferocactus eastwoodiae (L.D. Benson) L.D. Benson (1982)Ferocactus acanthodes v. eastwoodiae L.D. Benson (1969)

Filogenetici

= Ferocactus cylindraceus (Engelm.) Orcutt (1926) (*) = Echinocactus cylindraceus (Engelm.) Engelm. (1856) = Echinocactus viridescens v. cylindraceus Engelm. (1852) = Echinocactus acanthodes Lemaire (1922) = Ferocactus acanthodes (Lem.) Britton & Rose (1922) = Ferocactus acanthodes v. rostii (Britton & Rose) W.T. Marshall & T.M. Bock (1941) = Ferocactus rostii Britton & Rose (1922)

Note cactofile su Ferocactus cylindraceus ssp. eastwoodiae

di Anonymous

FEROCACTUS CYLINDRACEUS ssp. EASTWOODIAE

Questa sottospecie è distinta in quanto ha spine gialle, dure, più o meno
dritte, mancante delle spine radiali supplementari più fini, che
sono tipiche delle altre sottospecie.
Quest'ultima differenza dal genere e dalle altre sottospecie è la più
significativa, e identifica immediatamente le piante osservate sul campo
o in coltivazione.
Questo ha dimostrato come fosse falso che alcune piante fossero state
identificate con questa sottospecie in California, dove non si sapeva che esistessero.
Servono 15 anni o più perche raggiunga le dimensioni da fioritura,
a circa 25cm. di altezza e 20 di larghezza.
Taylor lo lasciò nel limbo nel CITES Cactaceae Checklist del 1999,
ma nel 2002 lo amalgamò come sottospecie del genere.
Anderson (2001) fece lo stesso e lo elencò come una sottospecie,
aggiungendolo come "molto vicino al Ferocactus cylindraceus".
Dalle descrizioni di Benson si capisce come questa sottospecie
si trovi in 2 o 3 località (solitamente sulle scogliere) nella parte est
rispetto al campo di ritrovamento di questa specie, con un'isolata
distribuzione anche nel sud di questo campo.
Data la sua bellezza, la particolarità delle sue spine e i ritrovamenti
circoscritti, si è felici di riconoscerla come una sottospecie
e come una lodevole e bella pianta da collezionare.
La descrizione di Benson è di una pianta con 12 o 14 spine radiali,
uniformemente robuste e dure, lunghe dai 44 ai 56 mm. simili
alle spine centrali e mancano le spine più fini che ci sono nelle
altre sottospecie, con 4 spine centrali più forti a forma di crocefisso,
la più bassa delle quali è lunga da 75 a 80mm. e larga 2,5mm.
leggermente piegata, dura e giallo brillante come le altre.
I frutti sono gialli. I semi sono lunghi 2 mm. leggermente più lunghi
che larghi, dal marrone scuro brillante al nero.
Le piante ritratte da Benson sulle scogliere sembrano essere alte
da un metro a un metro e mezzo, e dai 40 ai 50 cm. di diametro.

Riportato dal Sonora Desert, dagli Usa, Arizona, vicino a Superior, PInal Country, montagne sopra Queen Creek, 975 metri di altitudine, tra Camp Verde e Strawberry, nell’est Yavapai County, nell’ovest di Pima County, vicino a Bates Well, Growler Mountains; il sud-est di Pinal County, e il sud-est di Gila County, vicino a Winkelmann, Globe; a 390-1140 metri di altitudine.

SINONIMI: Ferocactus acanthodes v. eastwoodiae;
Ferocactus cylindraceus v. eastwoodiae; Ferocactus eastwoodiae

SEZIONE: Ferocactus
GRUPPO: Ferocactus robustus
:)