Ferocactus schwarzii

G.E. Linds. (1955)

Le foto dei cactofili

Data Autore FN Foto
vedi 06-2016 Aikea   6
vedi 05-2016 Aikea   2
vedi 07-2015 Leo   2
vedi 06-2014 Leo   2
vedi 06-2012 Vichy320   2
vedi 05-2012 Vichy320   1
vedi 11-2011 Vichy320   1
vedi 11-2011 Big-star   1
vedi 09-2011 Big-star   2
vedi 06-2011 Anonymous   1
vedi 07-2010 Polligino   1
vedi 06-2010 Atlasn   1
vedi 06-2010 Big-star   1
vedi 06-2010 D i e g o   1
vedi 01-2010 Lilson   1
vedi 12-2009 Cuggio   1
vedi 03-2009 Lilson   1
vedi 10-2008 Anonymous   1
vedi 09-2008 Aury   1
vedi 08-2008 Atlasn   1
vedi 06-2008 Ento   1

Tassonomia e sinonimi

Parrycactus schwarzii (G.E. Linds.) Doweld (2000)Ferocactus schwarzii G.E. Linds. (1955) (*)

Nomenclatura

Fonte : The International Plant Names Index (2012)
Nome completo : Cactaceae Ferocactus schwarzii G.E.Linds.

Indice KEW

Identificativo KEW 133186-1 versione 1.4

Bibliografia

Pubblicazione Cact. Succ. J. (Los Angeles) 27: 70. 1955
Autore G.E.Linds.
Anno 1955
Pagina 70
Argomento della citazione unknown

Classificazione

Classe spec.
Ibrido No

Indice GRAY

Identificativo GRAY 103677-2 versione 1.2

Bibliografia

Pubblicazione Cact. Succ. J. (Los Angeles) 27: 70, fig. 42-46. 1955
Autore G.E.Linds.
Anno 1955
Argomento della citazione tax. nov.

Classificazione

Classe spec.
Ibrido No

Distribuzione

Sinaloa (Mexico, Northern America)


Note cactofile su Ferocactus schwarzii

di Anonymous

FEROCACTUS SCHWARZII

Questa specie in gioventù ricorda l'Echinocactus grusonii, particolarmente
per la sua apparenza fortemente tubercolata, ma con spine meno
prominenti. Dopo circa 4 anni le costolature cominciano a svilupparsi e
la pianta assume un colore verde più scuro.
Il colore verde scuro del corpo, le costolature fortemente spigolose,
e i fiori gialli, fanno di questa pianta una delle specie più attraenti da
coltivare.
In coltivazione i fiori si possono vedere su piante a partire dai 12 cm di
diametro.

E' stato descritto da Lindsay in onore di Fritz Schwarz, che l'ha scoperto
sulle montagne dello stato Messicano di Sinaloa, e l'ha portato con se
a crescere nel suo giardino di San Luis Potosì.
A dire il vero Schwarz l'aveva già chiamato così e Lindsay non vedeva
ragioni di confondere le idee cambiando nome, nella sua descrizione
formale sull'US journal. Egli fotografò la pianta della collezione di
Schwarz, che era di una considerevole misura e mostrava i boccioli
dei fiori; fotografò anche una pianta più giovane che mostrava
chiaramente i caratteri così attraenti di questa specie.

Lindsay lo descrisse come solitario, globoso, generalmente ellittico
o ovoidale, alto fino a 80 cm, di diametro 50 cm., verde scuro costolature
da 13 a 19, acute, arrotondate in gioventù, le areole più o meno fuse
insieme. Ci sono da 1 a 4 spine, più radiali che centrali, qualche volta
nessuna o fino a 5, più numerose in gioventù, lunghe da 5 a 55 mm.
I fiori sono gialli, lunghi 50 mm, larghi 40 mm, con stigma gialli.
I frutti sono lunghi 15 mm, di diametro 12 mm, violetti, succosi.
I semi sono neri e brillanti, lunghi 1,5 mm larghi 1 mm.

Riportato dallo stato messicano di Sinaloa, nella parte Nord e in quella
centrale, tra Rarcho del Padre e Rio Sinaloa, Bacuberito, Cerro Colorado
vicino a Cofradia, 48 Km ad est di Cullican; a 30-200 metri di
altitudine.

SEZIONE: Bisnaga
GRUPPO: Ferocactus glaucescens
:)

Altre specie del genere ferocactus