Ferocactus recurvus ssp. greenwoodii

(Glass) Pilbeam & Bowdery (2005)

Le foto dei cactofili

Data Autore FN Foto
vedi 11-2011 Big-star   1
vedi 10-2009 Anonymous   3

Specie riferibile a

Ferocactus recurvus (Mill.) Y. Ito ex G.E. Linds. (1955) (*)

Sinonimi

Nomenclaturali

Ferocactus latispinus v. greenwoodii (Glass) N.P. Taylor (1984)Ferocactus recurvus v. greenwoodii Glass (1968)

Filogenetici

= Echinocactus recurvus v. spiralis (Karw. ex Pfeiff.) K. Schum. (1898) = Ferocactus recurvus (Mill.) Y. Ito ex G.E. Linds. (1955) (*) = Bisnaga recurva (Mill.) Orcutt (1926) = Cactus recurvus Mill. (1768) = Bisnaga latispina ssp. spiralis (Karw. ex Pfeiff.) Doweld (2000) = Ferocactus latispinus ssp. spiralis (Karw. ex Pfeiff.) N.P. Taylor (1998) = Ferocactus latispinus v. spiralis (Karw. ex Pfeiff.) N.P. Taylor (1984) = Echinocactus spiralis Karw. ex Pfeiff. (1837) = Ferocactus nobilis (L.) Britton & Rose (1922) = Cactus nobilis L. (1771)

Nomenclatura

Fonte : The International Plant Names Index (2012)
Nome completo : Cactaceae Ferocactus recurvus (Mill.) Borg subsp. greenwoodii (Glass) Pilbeam & Bowdery

Indice KEW

Identificativo KEW 77068360-1 versione 1.1

Bibliografia

Pubblicazione Ferocactus 91. 2005
Autore Pilbeam & Bowdery
Anno 2005
Argomento della citazione stat. nov.

Classificazione

Categoria tassonomica subsp.
Basionimo Cactaceae Ferocactus recurvus (Mill.) Borg var. greenwoodii Glass
Ibrido No


Pubblicazioni correlate

Ferocactus latispinus v. greenwoodii


Pubblicazione Bradleya
Autore N.P.Taylor
Anno 1984
Collazione 2: 27

Ferocactus recurvus v. greenwoodii


Pubblicazione Cact. Succ. J. (Los Angeles)
Autore Glass
Anno 1968
Collazione 40: 160, figs


Note cactofile su Ferocactus recurvus ssp. greenwoodii

di Anonymous

FEROCACTUS RECURVUS ssp. GREENWOODII

Taylor non riconosce questa tassonomia nel CITES Cactaceae Checklist
(1999), sebbene abbia approvato questa come varietà del Ferocactus
latispinus.
Essendo stato visto nella località del type dal suo scopritore Charlie
Glass, e notato con entusiasmo nella sua apparenza distinta da quella
del type, gli autori del libro (FEROCACTUS 2005), sono felici di riconoscerla
come una sottospecie.
Ispirati dall'"occhio" di Charlie Glass verso questa specie, hanno visitato
la sua area di ritrovamento nell'autunno 2003, per poterlo vedere in fiore.
Questa sottospecie è molto diffusa nella strada da Oaxaca a Nejapa de
Madero, così come nel paesaggio circostante che va verso il villaggio di
San Josè Lachiguiri, la località del Type del Ortegocactus macdougallii.
Con grande sorpresa è stato trovato anche piantato di fronte ad una
stazione petrolifera, dove un ragazzo locale ha entusiasticamente
raccontato che è una pianta popolare in quell'area e che viene usata
per la produzione di caramelle.
Praticamente viene tolto il nucleo dalle piante più grandi, la parte soffice
interiore viene tagliata a cubetti e impregnata di zucchero per formare
una caramella. Fortunatamente sembra esserci un 'abbastanza
numerosa popolazione per far fronte alla predazione locale, che
privilegia fortunatamente le piante mature, che sono in grado di
dar vita a nuove piante prima di esser "ridotte" in caramelle...

Come sperato, le piante erano in fiore e sono stati abbagliati dal mistero
del colore del fiore, descritto come "una stella gialla", a differenza del
colore rosa pallido del fiore del type.
A Mary McLenahan, che gli accompagnò a questo sito, fu chiesto
come avrebbe descritto il colore di questi fiori, e la sua risposta fu
accurata ed appropiata: giallo pallido e vitreo, la gola dei fiori è come
quella del Type, rosa-viola scuro. Sicuramente Charlie avrebbe
approvato questa descrizione.

E' stato descritto come sub-globoso, alto fino a 10 cm, 16 cm di
diametro, con 13 costolature, verdi e acute, ma larghe alla base.
Spine rotonde, di spessore più o meno uguale, ambrate o rosso pallido,
una centrale, lunga 4 cm, curvata giù all'apice, rosso-vinaccia in
gioventù, apice giallo, discendente, occasionalmente appiattito
lateralmente; 3 spine sub-centrali, lunghe da 2,5 a 3 cm, dritte,
giallo-rossicce, che stanno sopra alle 4 o 5 radiali ( con spine-ghiandola
occasionalmente larghe , a forma di punteruolo) lunghe da 1,5 a 2,5 cm
semierette, giallo traslucido, la più bassa rossa.
I fiori sono giallo-paglia, lunghi 6 cm, ampi 3 cm, campanulati, i lobi
degli stigmi gialli. I frutti sono globosi, lunghi e larghi fino a 25mm, da
verdicci a bronzei, coperti con brattee gialle o marroni, spiralizzati.
I semi sono descritti come molto piccoli, rosso-marroni, lunghi 1,5 mm
nero brillante.

Riportato dallo stato Messicano di Oaxaca (Nejapa Valley, Highway 190,
KM 637 : sud-est Oaxaca, nelle valli di Totolapan e Nejapa, sopra
circa 35 Km; tra Tehuantepec e Oaxaca city su terreni calcarei in
campagne semi-ombrose, est di Mitla) a circa 1400 metri di altitudine.

SINONIMI: Ferocactus latispinus v. greenwoodii,
Ferocactus recurvus v. greenwoodii.

SEZIONE: Bisnaga
GRUPPO: Ferocactus latispinus
:)

Altre specie del genere ferocactus