Ferocactus pottsii

(Salm-Dyck) Backeb. (1961)

Le foto dei cactofili

Data Autore FN Foto
vedi 07-2012 Vichy320   3
vedi 11-2011 Big-star   1
vedi 09-2011 Big-star   1
vedi 07-2011 Anonymous   2
vedi 09-2010 Big-star   7
vedi 11-2009 Lilson   1
vedi 10-2009 Lilson   2
vedi 10-2009 Anonymous   1
vedi 10-2008 Anonymous   1
vedi 09-2008 Aury   1
vedi 09-2008 Anonymous   2
vedi 08-2008 Atlasn   1
vedi 04-2008 Anonymous   1

Sinonimi

Nomenclaturali

Ferocactus pottsii (Salm-Dyck) Backeb. (1961) (*)Echinocactus pottsii Salm-Dyck (1850)

Nomenclatura

Fonte : The International Plant Names Index (2012)
Nome completo : Cactaceae Ferocactus pottsii (Salm-Dyck) Backeb.

Indice KEW

Identificativo KEW 133175-1 versione 1.5

Bibliografia

Pubblicazione Cactaceae (Backeberg) 1eenk. v. 2738 (1961).
Autore Backeb.
Pagina 2738
Argomento della citazione unknown

Classificazione

Classe spec.
Ibrido No

Indice GRAY

Identificativo GRAY 103664-2 versione 1.3

Bibliografia

Pubblicazione Cactaceae (Backeberg) 5: 2738. 1961
Autore Backeb.
Anno 1961
Argomento della citazione tax. nov.

Classificazione

Classe spec.
Sinonimo Cactaceae Echinocactus pottsii Salm-Dyck
Ibrido No


Pubblicazioni correlate

Echinocactus pottsii


Pubblicazione Allg. Gartenzeitung (Otto & Dietrich)
Autore Salm-Dyck
Anno 1850
Collazione 18: 395
Pagina 395


Note cactofile su Ferocactus pottsii

di Anonymous

FEROCACTUS POTTSII

Sembra un grande melone blu-verde con le spine, questa pianta, che
cresce velocemente, ha costolature ampie e prominenti.
Le spine sono inusuali e poco "feroci" e la pianta ha il corpo più visibile
della maggior parte dei Ferocactus.
In coltivazione ci mette un bel po a fiorire, e sembra aver bisogno di
25-30 cm di diametro per questo, ma ne vale la pena a causa dei
bellissimi fiori gialli che contrastano con gli stami rossi.
Il corpo relativamente poco protetto dalle spine, è soggetto a pericolo
di danneggiamento dalle spine delle piante vicine, e quindi ci vuole molta
cura a posizionarlo all'interno di una collezione di Ferocactus.

Lindsay descrisse questa specie nel 1942 come una varietà di
Ferocactus alamosanus (var. platygonus) ma ora si utilizza questa
descrizione per la specie a se. Nessuna descrizione più vecchia è
dettagliata come quella di Lindsay.

Lo descrisse come solitario, alto fino a 1 metro, 40 cm di diametro
(Taylor disse 50 cm), ma anche più piccolo solitamente, globulare o
leggermente cilindrico, con 13 costolature, qualche volta di più nelle
piante più larghe (Taylor disse fino a 25).
Ci sono solitamente da 3 a 8 spine radiali, lunghe da 25 a 45 mm,
leggermente appiattite.
L'unica spina centrale è lunga fino a 75 mm, dritta.
I fiori sono verde chiaro-gialli, lunghi 45 mm, ampi 35 mm, stigmi
gialli.
I frutti sono ovoidali, gialli, lunghi 40 mm, di diametro 30 mm, con
ampie brattee. I semi sono marroni scuri o neri, lunghi 3 mm
larghi 2 mm.

Riportato dagli stati messicani di Sonora (Guirocoba, Est di Alamos,
sulle pendenze ovest di Sierra Tarahumara, Sierra Alamos,
Taymuco, Sierra Canela vicino a San Bernardo; da Chihuahua ( Villa
Humada a 1200 metri di altitudine, La Bufa/Rio Batopilas);
da Sinaloa (nelle aride foreste spinose subtropicali o nelle alte pinete,
San Bernardo, Sierra Canela, Durango (nel'est); a 1150-1800 metri
di altitudine.

SINONIMI: Echinocactus Pottsii; Ferocactus alamosanus v. platygonus;
Ferocactus guirocobensis.

SEZIONE: Ferocactus
GRUPPO: Ferocactus pottsii
:)

Altre specie del genere ferocactus