Ferocactus gracilis ssp. coloratus

(H.E.Gates) N.P.Taylor (1998)

Le foto dei cactofili

Data Autore FN Foto
vedi 09-2016 Lampughi   1
vedi 08-2012 Vichy320   1
vedi 06-2012 Vichy320   3
vedi 11-2011 Vichy320   3
vedi 10-2011 Anonymous   1
vedi 09-2011 Vichy320   1
vedi 07-2011 Anonymous   4
vedi 08-2010 Faln   1
vedi 04-2010 Pepone   1
vedi 02-2010 Lakota   1
vedi 09-2009 Anonymous   1
vedi 08-2009 Ilga   5
vedi 09-2008 Anonymous   1
vedi 08-2008 Atlasn   1
vedi 04-2008 Anonymous   1
vedi 01-2008 Antonietta   1
vedi 01-2008 Tonino   1

Sinonimi

Nomenclaturali

Ferocactus peninsulae v. coloratus (H.E.Gates) G.Unger (1992)Ferocactus gracilis v. coloratus (H.E.Gates) G.E.Linds. (1955)Ferocactus coloratus H.E.Gates (1933)

Filogenetici

= Ferocactus peninsulae v. viscainensis (H.E.Gates) G.E. Linds. (1955) = Ferocactus viscainensis H.E. Gates (1933)

Nomenclatura

Fonte : The International Plant Names Index (2012)
Nome completo : Cactaceae Ferocactus gracilis H.E.Gates subsp. coloratus (H.E.Gates) N.P.Taylor

Indice KEW

Identificativo KEW 1005842-1 versione 1.4

Bibliografia

Pubblicazione Cactaceae Consensus Init. 6: 16. 1998
Autore N.P.Taylor
Anno 1998
Pagina 16
Argomento della citazione comb. nov.

Classificazione

Categoria tassonomica subsp.
Basionimo Cactaceae Ferocactus coloratus H.E.Gates
Ibrido No


Pubblicazioni correlate

Ferocactus peninsulae v. coloratus


Pubblicazione Die grossen Kugelkakteen Nordamerikas
Autore G.Unger
Anno 1992
Collazione 202 (1992):
Pagina 202

Ferocactus gracilis v. coloratus


Pubblicazione Cact. Succ. J. (Los Angeles)
Autore G.E.Linds.
Anno 1955
Collazione 27: 169

Ferocactus coloratus


Pubblicazione Cact. Succ. J. (Los Angeles)
Autore H.E.Gates
Anno 1933
Collazione 4: 344
Pagina 344


Note cactofile su Ferocactus gracilis ssp. coloratus

di Anonymous

FEROCACTUS GRACILIS ssp. COLORATUS

Questa sottospecie come il genere stesso, si fa notare per le sue bellissime
spine rosse, che dopo una doccia di pioggia risplendono al nuovo sole.
Le spine centrali sono molto pių forti, ampie ed appiattite rispetto a quelle
del genere, č questa la differenza pių evidente tra il genere e la
sottospecie. Gates diede il nome "coloratus" (red) usato per distinguere
queste piante dalle altre nell'area, grazie al colore delle sue spine.

E' stata descritta da Gates (come una specie) nel 1933, come solitario,
globoso o subcilindrico, alto fino ad un metro (molto pių basso del genere)
di diametro 30 cm, con 13 costolature nelle piante giovani, aumentano
fino a 20 negli esemplari maturi. le spine radiali sono da 10 a 14, simili
a setole, la pių bassa di ogni lato č occasionalmente come la pių piccola
delle spine centrali, allungata e leggermente spiralizzata, bianca opaca.
Le spine centrali sono 9 o qualche volta apparentemente 11, quando
appunto le due spine radiali menzionate prima diventano pių sviluppate;
sono tutte robuste, dure, taglienti, rosso-marrone brillante, tutte dritte
e appuntite eccetto la pių bassa in mezzo, che č appiattita, larga fino
a 1 cm e diventa lunga fino a 5 cm, pių o meno concava sopra,
frequentemente divisa in 2 alla base, "stirata" o leggermente deflessa,
uncinata all'apice. La spina pių alta in mezzo č pure questa appiattita
ma dritta. I fiori sono giallo-paglia con una striscia rosso-viola sotto la
superficie esterna di ogni segmento del perianzio. I frutti non sono mai
stati visti da Gates.

Questa sottospecie č considerata da Taylor distinta dal genere per il suo
diverso luogo di crescita e nel fatto che fiorisce prima. Nella sua
revisione Taylor la descrive come avente un corpo generalmente pių
robusto, alto fino a 2 metri, le spine molto variabili, ma pių visibili del
corpo rispetto al genere. Le spine radiali variano dall'essere attorcigliate
e simili a peluria, all'essere rigidamente simili ad aghi, spesso meno
che nel genere o non presenti. Le spine centrali sono molto ampie
o ristrette, la pių bassa curvata leggermente o fortemente all'apice,
qualche volta ridotte da 5 a 3. I fiori (in primavera) sono lunghi e larghi
50 mm., gialli con margini dei petali rossi o bianchi. I frutti sono gialli.
I semi sono lunghi 2 mm. nero opaco.

Riportati dal Messico, nel sud della parte nord della penisola della
Baja California, da El Crucero (Sud di Laguna Chapala), nelle vicinanze
di El Arco (28°N), ovest della costa Miller's Landing; Vizcaino Desert
su sabbia o granito; Santa Rossallita, El Tomatil, 8 km N di Mesquital,
Rancho Tobalon; a 10-100 metri di altitudine.

SINONIMI: Ferocactus coloratus; Ferocactus gracilis v. coloratus;
Ferocactus peninsulae v. coloratus; Ferocactus peninsulae v. viscainensis;
Ferocactus viscainensis

SEZIONE: Ferocactus
GRUPPO: Ferocactus robustus
:)

Altre specie del genere ferocactus